Richiedi informazioni

 


 

Gli integratori alimentari sono farmaci?

Spesso si sente parlare di integratori alimentari e, vedendoli nelle farmacie, è facile associarli ai farmaci.

Nonostante si stia discutendo di un prodotto estremamente utilizzato (pensate che, solo in Italia, vengono utilizzati da 32 milioni di persone), le informazioni a riguardo non sono sempre sufficientemente chiare ed è facile fare confusione.

Può capitare, infatti, che lo stesso attivo nutraceutico sia presente sia nel farmaco che nell’integratore alimentare: ma allora, qual è la differenza?

Quello che ci aiuta a capire la differenza tra le due tipologie di prodotto è la loro finalità di utilizzo: l’integratore alimentare ha la finalità di integrare o completare la dieta e può essere utilizzato a scopo preventivo nei soggetti a rischio di carenze nutrizionali.

Gli integratori, quindi, non sono farmaci (la cui finalità di utilizzo è quella di strumento curativo) ma sono prodotti atti a favorire una condizione di benessere coadiuvando le funzioni fisiologiche dell’organismo.

Nonostante siano di libera vendita, suggeriamo di sentire sempre il parere del proprio medico, o nutrizionista di fiducia, che potranno suggerire il prodotto più adatto caso per caso, prescrivendo una corretta posologia.

Inoltre, potranno consigliare prodotti dalle proprietà eccellenti, come gli integratori realizzati tramite microincapsulazione per coacervazione: una tecnologia produttiva che va ad avvolgere gli attivi nutraceutici tramite uno speciale film che ne mantiene inalterate le proprietà nel tempo proteggendoli dai danni dei raggi UV e dai fenomeni ossidativi.

Inoltre, questo tipo di prodotto risulta particolarmente tollerabile in quanto è possibile mascherare odori e sapori particolarmente forti (ottimo nel caso di integratori a base di olio di pesce o di olio essenziale di zenzero).

Tramite microincapsulazione per coacervazione è anche possibile raggiungere concentrazioni molto elevate di attivi nutraceutici (fino all’87%).

Viste le severe norme produttive e l’elevata specializzazione richiesta per questa tipologia di prodotti, suggeriamo di affidarsi sempre ad un produttore esperto in grado di garantire standard qualitativi elevatissimi come IPS, azienda italiana (alle porte di Milano) pioniera in questo settore, con pluriennale esperienza nella lavorazione, conto terzi, di oli e materie prime non solubili in acqua.