Richiedi informazioni

 


 

Gli integratori alimentari sono regolamentati?

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un vero e proprio boom del mercato degli integratori alimentari che ha visto proporre prodotti di ogni tipo, adatti alle più varie problematiche.

Ma esistono delle norme a cui devono sottostare i produttori di integratori alimentari?

Certamente sì; un integratore alimentare deve essere conforme alla vigente normativa in materia igienico-sanitaria, pertanto è sottoposto a rigidi controlli.

Il settore, inoltre, è regolamentato anche in modo specifico a livello europeo con la direttiva 2002/46/CE.

Tutti gli integratori, inoltre, sono presenti in un database liberamente consultabile sul sito del Ministero della Salute dove è possibile verificare l’approvazione dello stesso.

Viste le rigide norme che regolano il settore, dalla produzione alla vendita, consigliamo sempre di affidarsi ad un produttore serio e con una consolidata esperienza in modo che possa guidarvi ed affiancarvi in tutti i passi necessari, dall’ideazione alla notifica al Ministero sino alla commercializzazione dello stesso.

In IPS ci occupiamo, ormai da molti anni di microincapsulazione per coacervazione , una tecnologia che permette di microincapsulare materie prime totalmente non solubili in acqua ottenendo un prodotto eccellente, caratterizzato da una lunga serie di vantaggi, per un utilizzo nella preparazione di integratori.

La microincapsulazione favorisce la protezione degli attivi nutraceutici mediante la sottile membrana che li avvolge, evitando i normali processi di ossidazione.

Con questa tipologia di lavorazione, è possibile convertire il prodotto da liquido a solido, da utilizzare in formulazioni orodispersibili raggiungendo concentrazioni elevatissime di attivi nutraceutici (fino all’87%).

IPS, nel corso degli anni, ha realizzato per i suoi clienti svariati tipi di microcapsule, in una linea denominata Flowactives tra i quali possiamo citare microcapsule contenenti: